All'Oscar l'imperatrice Teodora

Giovanni Bertuccio - 18.03.2013 testo grande testo normale

Commenta questo articolo


Tags: teatro oscar, teodora, bisanzio, imperatrice,

TEODORA. La controversa imperatrice di Bisanzio in scena al Teatro OSCAR dal 20 al 22 marzo 2013

La quarta edizione del Progetto DonneTeatroDiritti di PACTA. dei Teatri si chiude con TEODORA, di Maddalena Mazzocut-Mis, in scena al Teatro OSCAR dal 20 al 22 marzo 2013 con Paola Vincenzi e la regia di Paolo Bignamini.
Teodora, una delle figure più controverse della storia di Bisanzio: imperatrice, moglie di Giustiniano, le venne riconosciuta dal marito stesso la sua proficua collaborazione nella gestione dello stato. Il 26 dicembre 1884, a Parigi, viene rappresentata Théodora di Victorien Sardou – interpretata da Sarah Bernhardt –, una storia d’amore tra Teodora e un greco, Andrea, che ha il suo apice e la sua conclusione durante la ‘Nika’, sanguinosa sommossa scoppiata a Costantinopoli e soffocata nel sangue dall’Imperatrice, con l’apporto indispensabile del Generale Belisario e dei suoi mercenari. Nel testo di Maddalena Mazzocut-Mis, la voce di Sardou si sovrappone a quella storica nel momento in cui Teodora affronta la rivolta. Nella sua costante duplicità, ella fa dell’Impero la sua grande prova d’attrice. La nostra “Teodora”, alla ricerca di un filo che leghi la narrazione storica alla contemporaneità, miscela questa storia “fuori dal tempo” a un tempo e a uno spazio dove l'esercizio sanguinoso del potere diviene la norma. Un tempo e uno spazio a noi sinistramente vicini: così Bisanzio sembra la nostra “Gomorra”, e la storia di Teodora riecheggia le trame di un “romanzo criminale” che ben conosciamo.

Il Progetto DonneTeatroDiritti
Il progetto speciale DonneTeatroDiritti (DtD), ideato da Annig Raimondi, giunge quest’anno alla sua 4° edizione. Un progetto di rete, artistico e sociale, che parla di diritti e libertà e che quest’anno sviluppa il discorso Tra Palcoscenico e Potere al femminile, nei secoli: come il Potere ha influito sulla vita (intesa sia come ‘vissuto’, ma anche come palcoscenico propagandistico) e sulle opere di donne-autrici, militanti o comunque impegnate, scrittrici, artiste o studiose. Il Progetto DonneTeatroDiritti (DtD) è creato in collaborazione con ScenAperta, Compagnia Tra un atto e l’altro, Farneto Teatro, Fondazione Cineteca Italiana, Associazione Chico Medes, CETEC (Centro Europeo Teatro e Carcere)

CONVEGNO
Università degli Studi di Milano – Sala di Rappresentanza del Rettorato
20–21 marzo 2013 - Convegno internazionale Estetica, drammaturgia e musica: la ricezione di Victorien Sardou - Teodora
con prof. Alberto Bentoglio e prof.ssa Maddalena Mazzocut- Mis INGRESSO LIBERO

Maddalena Mazzocut-Mis – Saggista e drammaturga, è docente di Estetica e di Estetica dello spettacolo presso l’Università degli Studi di Milano. Come saggista, tra le sue monografie più recenti, si ricordano: Il gonzo sublime. Dal patetico al kitsch (Milano 2005, Paris 2010); Il senso del limite. Il dolore, l’eccesso, l’osceno (Firenze 2009, Paris 2011, Newcastle upon Tyne, 2011). È del 2008 il testo, per musiche di Azio Corghi, della tragedia lirica Giocasta (la prima: Teatro Olimpico di Vicenza, 19 giugno 2009). Ancora con il Maestro Corghi collabora nel 2012-2013 per la realizzazione di Elena. Tragedia lirica sulla deriva del mito, con cori a cappella e accompagnamento di viola solista (prima assoluta Accademia Perosi di Biella, 12 aprile 2013). Il 28 giugno 2010 è andato in scena a Ravenna, in prima nazionale, Teatro Dubrovka di Mosca, 26 ottobre 2002 “Cardo rosso”, commissionatole da Ravenna Festival. Dal 27 al 30 aprile 2011, al Teatro Oscar, è stato rappresentato e-relazioni / mail-pericolose, mentre il 17 maggio 2011, al Teatro Franco Parenti, è stata predisposta una lettura scenica del testo Candida in nero. Di nuovo al Teatro Franco Parenti, il 13 giugno del 2012 è andata in scena la prima assoluta del monologo Il re si diverte, ripreso nella stagione 2012-2013 dal teatro Ringhiera (compagnia ATIR). Il 26 gennaio 2012, è stata rappresentata al Giacosa di Ivrea, Milena, ovvero la fortuna di vivere in un Paese che si preoccupa della morte di Morrison. Attualmente, due progetti laboratoriali, il primo su A Midsummer Night’s Dream (finanziato da Cariplo, prima nazionale maggio 2013) l’altro su Furcht und Elend des dritten Reichs, vedono la stretta collaborazione dell’autrice con il Teatro I e il Teatro Ringhiera (compagnia ATIR) di Milano.

Paolo Bignamini - Nato nel 1976, giornalista professionista, drammaturgo e regista, è direttore artistico del circuito teatrale ScenAperta della Provincia di Milano (progetto Metropòli). I suoi testi e le sue traduzioni (di Sartre, de Beauvoir, Céline, Artaud, Duras) sono stati rappresentati nei teatri delle più importanti città italiane. Nel 2005 ha pubblicato per le edizioni Mimesis (Milano) la prima traduzione italiana de "Le troiane" di Jean-Paul Sartre. Scrive sulle pagine di cultura de IlSole24Ore.com e tiene laboratori di scrittura teatrale all'Università degli Studi di Milano e all'Università degli Studi di Bergamo. È docente di drammaturgia alla NABA Nuova Accademia di Belle Arti di Milano.

Paola Vincenzi si diploma all’Accademia dei Filodrammatici e, successivamente, si laurea in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano. Pubblica nel 2006 la monografia: Jean-Baptiste du Bos. Gli antichi e la fondazione dell'estetica moderna, Mimesis edizioni. Si dedica per molti anni al teatro e all’animazione teatrale nelle scuole. Come socia del Centro Ricerca Educativa di Milano, progetta e gestisce laboratori di animazione teatrale e percorsi interdisciplinari nelle scuole elementari e medie inferiori. Per sette anni è componente della Compagnia Stabile di Piero Mazzarella, dove si confronta con generi diversi. Con Maddalena Mazzocut-Mis organizza lezioni-letture per gli studenti dei corsi di Scienze dello spettacolo dell’Università degli Studi.

Teatro Oscar
Progetto DonneTeatroDiritti
Dal 20 al 22 marzo
TEODORA di Maddalena Mazzocut-Mis
liberamente ispirato a Théodora di Victorien Sardou

Regia Paolo Bignamini
Con Paola Vincenzi
Scene e aiuto regia Francesca Barattini
Disegno luci Fulvio Michelazzi
Produzione Ravenna Festival e ScenAperta Altomilanese Teatri

INFO: Teatro Oscar, Via Lattanzio 58, 20137 Milano
MM3 - Staz. Lodi T.I.B.B. | Tram: linea 16 Fermata Tito Livio - Lattanzio | Filobus: linea 92 - Fermata Umbria – Comelico Informazioni: tel: 02.36503740 | sito web: www.pacta.org | e-mail: biglietteria@pacta.org - infoteatro@pacta.org Orari spettacoli: MART-SAB 21 | DOM ore 17 Orari biglietteria: LUN-SAB: 16.00-19.00 e 19.30-21.00 l DOM dalle 15.30 a inizio spettacolo
Costo biglietti: Intero €24 | Ridotto e Convenzioni €18 | Under 25/Over 60 €12 | CRAL e gruppi €10 (min 10 persone) | Prevendita €1,50 – ABBONAMENTI: OSCAR 9 spettacoli 80,00€ - CARD AMICI DI PACTA 5 spettacoli a 55,00€ - CARTA TANDEM, dedicata alle coppie, 2 ingressi a 2 spettacoli a 38,00€

  • All'Oscar l'imperatrice Teodora

Link Consigliati

Gli ultimi commenti