10 anni dopo, Danio Manfredini torna 'Al presente'

Sara Trecate - 15.05.2011 testo grande testo normale

Commenta questo articolo


Tags: al presente, danio manfredini, franco parenti

Dopo aver proposto Tre studi per una crocifissione, al Teatro Franco Parenti va in scena un altro importante lavoro di Manfredini, Al presente.

Dopo aver proposto Tre studi per una crocifissione, il Teatro Franco Parenti dedica le serate dal 6 all'8 maggio ad un altro importante lavoro di Manfredini, Al presente. Sono passati più di 10 anni dal debutto e in tutto questo tempo lo spettacolo non ha perso nulla della sua intrinseca sofferente intensità.

Solo in scena, Danio Manfredini procede per quadri successivi e disegna figure emarginate: sono anziani, malati mentali, condannati a morte... Ad ognuno è dedicato un breve spazio, un solo momento per far sentire le proprie voci, voci che solitamente passano sotto silenzio. Ciascuno agisce in un angolo diverso del palco, senza contatti con l'esterno, libero solo di esprimere ad alta voce i propri pensieri.

Uno spazio completamente bianco, asettico come un corridoio di ospedale, accoglie tutte le storie che Manfredini incarna con dolore, in un'interpretazione sincera e struggente che gli è valsa il Premio Ubu come miglior attore nel 1999. A fargli compagnia sul palco, solo un manichino su una sedia a rotelle, immobile e muto, la cui esistenza richiama quella dei protagonisti.
Separano le vicende alcuni intermezzi musicali e proiezioni di immagini: ricordi e suggestioni legate alle vite dei personaggi.

“Per via dell'espressività dei loro corpi e voci, i pazienti psichiatrici hanno contribuito a disegnare le tipologie umane messe in scena, nella trasparenza delle emozioni che restituisce l'inquietudine dei nostri giorni e dentro una domanda che ricorre sul senso del vivere, andare, traversare, incontrare, perdere”.
E' grazie a loro che lo spettacolo parla del presente, di una contemporaneità che Manfredini vede confusa e traballante, in cui, come i personaggi in scena, siamo in perenne movimento alla ricerca di un nostro angolo di tranquillità, in un mondo/palcoscenico disorientante e sterile.

Scarno di parole, ma carico di emozioni: uno spettacolo che vive dell'interpretazione di Manfredini e che sembra perdere di intensità e di rigore compositivo soltanto nei momenti affidati alla musica e alle proiezioni.

Il pubblico, accorso numeroso, alla fine tributa applausi. Qualcuno più coraggioso si alza in piedi per farlo, altri lo imitano, poi altri, poi altri ancora...


Dal 6 all'8 maggio 2011
AL PRESENTE
testi di Danio Manfredini, Alberto Giacometti, Albert Camus, Mariangela Gualtieri
con Danio Manfredini
collaborazione al progetto di Andrea Mazza, Luisella Del Mar

TEATRO FRANCO PARENTI
Via Pier Lombardo, 14 - 20135 Milano
Tram 16, 29, 30
Autobus 62, 77
MM3 (Fermata Porta Romana)
info@teatrofrancoparenti.it

BIGLIETTI
Intero: €32
Convenzioni: €22
Ridotto under 25 e over 60: €16
Ridotto under 18: €10
Sovrapprezzo prenotazione: €1,50




  • 10 anni dopo, Danio Manfredini torna 'Al presente'

  • 10 anni dopo, Danio Manfredini torna 'Al presente'

Link Consigliati

Gli ultimi commenti