Anna e lo scarafaggio

Sara Trecate - 17.10.2010 testo grande testo normale

Commenta questo articolo


Tags: le conversazioni di anna k, franco parenti, giuliana lojodice, ugo chiti

Dal 5 al 15 ottobre al Teatro Franco Parenti, Giuliana Lojodice è la straordinaria interprete de Le conversazioni di Anna K., spettacolo liberamente tratto da La metamorfosi di Kafka.

Due sono i prestigiosi riconoscimenti ottenuti da Le conversazioni di Anna K. e rispecchiano appieno i punti di forza dello spettacolo: innanzitutto il Premio Riccione per il Teatro 2007, assegnato all'originale riscrittura che Ugo Chiti ha realizzato partendo da La metamorfosi di Franz Kafka: si tratta di un lavoro agile e preciso che nel complesso resta fedele alla trama del racconto a cui si ispira, ma che ama anche prendersi non poche libertà. La più evidente è il ribaltamento del punto di vista, non più quello di Gregorio Samsa, modesto impiegato trasformato in orrido insetto, ma quello di Anna, governante in casa Samsa, personaggio a cui in realtà lo scrittore boemo dedicava ben poco spazio, lasciandoci di lei un'immagine piuttosto sfocata.
Spetta a Chiti il compito di concretizzare e rendere viva questa figura femminile, partendo dalle indicazioni di Kafka che la delineano come una vedova che sa il fatto suo, combattiva quando serve, ma anche comprensiva e riconoscente verso chi le dimostra affetto. Sul palcoscenico del Franco Parenti, dal 5 al 15 ottobre, Anna K. è Giuliana Lojodice, strepitosa domestica tenera e impicciona, chiamata a reggere l'intero spettacolo sulle sue esperte spalle e meritatamente ricompensata con il Premio ETI 2009 per la migliore attrice protagonista.
Avvicinandosi spontaneamente allo scarafaggio Gregorio, Anna diventerà per lui l'unica amica dopo il progressivo allontanamento degli altri membri della famiglia, ovvero i genitori e la sorella, sempre più convinti che quella accaduta sia una disgrazia. Tra racconti, ricordi e confidenze si sviluppa il rapporto tra la governante e l'insetto, recuperando quella commistione di surrealtà e tragicità propria del racconto kafkiano.

In secondo piano rispetto alla drammaturgia e alla prova attoriale di Lojodice restano un cast comunque di tutto rispetto e una regia interessante, ma alquanto macchinosa.
Ugo Chiti, infatti, nelle vesti di regista oltre che di autore, disegna con cura i movimenti dei suoi attori, imprigionandoli in una scenografia che cambia continuamente il suo assetto. Con l'intento di suggerire il clima di oppressione che grava sui Samsa, Chiti rivitalizza l'impianto classico di un ambiente d'interni con delle pareti semovibili che modificano la forma delle stanze; tuttavia, se è vero che questa scelta crea ritmo e movimento, essa risulta poco fluida e viene spontaneo chiedersi se lo stesso effetto non si sarebbe potuto raggiungere in maniera più semplice...


Dal 5 al 15 ottobre 2010
LE CONVERSAZIONI DI ANNA K.
Liberamente ispirato a La metamorfosi di Franz Kafka
testo e regia di Ugo Chiti
con Giuliana Lojodice, Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Alessio Venturini
Produzione Arca Azzurra Teatro e Il Teatro Eliseo
Foto discena Lorenzo Bojola

TEATRO FRANCO PARENTI
Via Pier Lombardo, 14 - 20135 Milano
Tram 16, 29, 30
Autobus 62, 77
MM3 (Fermata Porta Romana)
info@teatrofrancoparenti.it

BIGLIETTI
Intero: €32
Convenzioni: €22
Ridotto under 25 e over 60: €16
Ridotto under 18: €10
Sovrapprezzo prenotazione: €1,50




  • Anna e lo scarafaggio

  • Anna e lo scarafaggio

Link Consigliati

Gli ultimi commenti