I finalisti del Premio Milano per il Teatro 2009

Redazione Teatro - 09.11.2009 testo grande testo normale

Commenta questo articolo


Tags: Premio Milano per il Teatro, Marco Maria Linzi, Giuseppe Scutellà, Puntozero

Ecco i finalisti della prima edizione del Premio Milano per il Teatro 2009. I risultati del ballottaggio saranno resi noti il 16 novembre in Villa Belgioioso...

Dovevano essere proclamati a fine settembre, inizio ottobre, così da poter pubblicizzare la vittoria in vista della nuova stagione teatrale.
E invece si terrà il 16 novembre in Villa Belgioioso Srenla cerimonia di premiazione della prima edizione del Premio Milano per il Teatro 2009, l'innovativo riconoscimento in denaro che l'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano ha deciso di assegnare agli spettacoli prodotti in città.
A valutarli da una giuria popolare di pubblico autentico, i cosiddetti spettatori per piacere, affiancati da una giuria di specialisti, gli spettatori per professione, composta di studiosi e critici di teatro.

Tutti gli assegnatari dei riconoscimenti del Premio riceveranno in dono una scultura creata ad hoc da Arnaldo Pomodoro, mentre il primo e secondo premio ai migliori spettacoli prodotti in città e valutati dalla sola giuria popolare riceveranno rispettivamente la somma di € 20.000 e € 10.000.
I premi in denaro sono finalizzati a sostenere le tournée in Italia e/o all'estero delle compagnie vincitrici, nonché l'eventuale realizzazione di loro nuove produzioni.

Di seguito i finalisti, annunciati nel luglio scorso, in attesa del ballottaggio e della proclamazione ufficiale...


Migliore spettacolo della stagione prodotto a Milano:

1. The Priviligierten - La città Ideale, regia di Marco Maria Linzi, Teatro della Contraddizione; n.13 voti
2. King Lear, regia di Giuseppe Scutellà; Teatro Punto Zero; n. 3 voti
3. L'Aggancio, regia di Serena Sinigaglia; Atir; n. 3 voti


Premio speciale della giuria a un secondo spettacolo prodotto a Milano:

1. L’Aggancio, regia di Serena Sinigaglia; Atir; n. 5 voti
2. Commedia all’improvviso, regia di Valeria Talenti; Dionisi Compagnia Teatrale; n. 4 voti
3. Psycopathia Simpathica, regia di Michelina Capato Sartore; Estia/Carcere di Bollate; n. 3 voti

Ave Maria per una gatta morta, regia di Mimmo Sorrentino; Crt; n. 3 voti
La vietata parte, regia di Cosimo Lupo; Mohole; n. 3 voti

Migliore regia di uno spettacolo prodotto a Milano:
1. Marco Maria Linzi, per The Priviligierten - La città Ideale; n. 9 voti
2. Serena Sinigaglia, per L’Aggancio; n. 5 voti
3. Giuseppe Scutellà, per King Lear; n. 3 voti

Renato Sarti, per Sogno di una notte di mezza estate; n. 3 voti


Migliore interpretazione femminile di uno spettacolo prodotto a Milano:

1. Debora Migliavacca Bossi, per La morte e la fanciulla, regia di Stefano Fiorentino; n. 7 voti
2. Sabrina Colle, per Ondine, regia di Andrée Ruth Shammah; n. 4 voti
3. Sonia Litrico, per Sogno di una notte di mezza estate, regia di Renato Sarti; n. 3 voti

Irina Galli, per Giorni Felici, regia di Alessandro Del Bianco; n. 3 voti
Mariangela Granelli, per L’Aggancio, regia di Serena Sinigaglia; n. 3 voti

Migliore interpretazione maschile di uno spettacolo prodotto a Milano:

1. Fausto Russo Alesi, per L’Aggancio, regia di Serena Sinigaglia; n. 8 voti
2. Manuel Ferreira, per Fabricas, regia di Manuel Ferreira; n. 7 voti
3. Corrado D’Elia, per Novecento, regia di Corrado D’Elia; n. 2 voti

Edoardo Ribatto, per Angels in America, regia di Ferdinando Bruni e Elio De Capitani; n. 2 voti.
Giovanni Cavallo, per Memorie di un vecchio maiale, regia di Renzo Casali; n. 2 voti.




I teatri e le compagnie degli spettacoli in concorso erano: Raffaella D’Angelo/Animanera; Gianfranco Frigerio/Teatro Caboto; Livio Golemme/Teatro de Gli Incamminati; Onofrio Sanicola/Teatro Drammatico dei Pupi; Andrea Bisicchia/Teatro Franco Parenti; Carla Cipolla/Teatro Officina; Annig Raimondi/Pacta dei Teatri; Santino Preti/Teatro Studio Frigia 5; Giordano Sangiovanni/Teatro Verdi; Sara Corbellini/Alma Rosè; Marco Maria Linzi/Teatro della Contraddizione; Fiorenzo Grassi/Teatridithalia; Beppe Scutellà/Teatro Punto Zero; Aleardo Caliari/Teatro della Memoria; Francesco De Rienzo/Teatri Possibili; Emanuela Talia/Crt; Federica Fracassi/Teatro i e altri.

Articoli Correlati

Gli ultimi commenti