Un diluvio purificatore e spettacolare: Blue Planet agli Arcimboldi

Maddalena Peluso - 22.10.2009 testo grande testo normale

Commenta questo articolo


Tags: Teatro Arcimboldi, Milano, Peter Greenaway, Saskia Boddeke

L'oratorio multimediale messo su da Peter Greenaway e Saskia Boddeke per Expoaqua Zaragoza 2008 al Teatro Arcimboldi nel nuovo allestimento teatrale...

Un requiem laico che mescola lavoro attoriale, canto e musica dal vivo con l'utilizzo delle tecnologie più avanzate: sei schermi giganti ad alta definizione, l'incontro Dio e Noè in un mondo virtuale 3D, spettacolari danz-attori e un ensamble musicale che propone il vasto repertorio di Goran Bregovic.

THE BLUE PLANET, l'oratorio multimediale messo su dai coniugi Peter Greenaway e Saskia Boddeke per Expoaqua Zaragoza 2008 ha registrato il tutto esaurito nel suo debutto teatrale - nel nuovo allestimento del Crt Artificio - al Teatro Arcimboldi.

Al centro dell'opera multimediale c’è l’emergenza ambientale, raccontata attraverso l’allegoria del diluvio universale, annunciato da Dio, un avatar (termine sanscrito che indica la rappresentazione visibile in Second Life di un utente) di una adolescente (voce di Maria Pilar Perez Aspa, cofondatrice del Teatro di Ringhiera con Serena Senigaglia) ad un Noè (a dargli voce è Moni Ovadia), sempre seduto sul cesso quando parla con il suo Dio.

Tocca alla moglie di Noè, Joan, una talentuosa Helga Davis, esprimere la rabbia per il disfacimento del pianeta: «God makes, man breaks», - “Dio crea, l'uomo distrugge” – ripete ossessivamente con il suo aspro canto, riproponendo così una libera e anacronistica ricostruzione del mito, anche se le varie lingue che vi si intrecciano, dal castigliano all’inglese, dal francese all’italiano, rimandano ai testi antichi, che pongono i figli di Noè all’origine di tutte le genti del nostro pianeta.

L’acqua è l’elemento simbolico e scenico: immagini di serbatoi, cascate e oceani in perenne movimento, con i protagonisti immersi in una vasca enorme (utilizzando un riciclo d’acqua riscaldata che paradossalmente sembrerebbe consumerà un bel po’ di energia).

Proprio come nella Genesi, l’Arca porterà agli occhi degli spettatori le immagini di un evento straordinario che stravolge il nostro “pianeta azzurro”: un evento governato da Dio, ma che ha origine dal comportamento degli uomini.

Immagini certamente spettacolari, bel tappeto sonoro, dalla word music alle ballate macedoni, della Brigata Sinfonica (repertorio di Bregovic), enorme potenziale artistico e sonoro che poteva essere sfruttato e valorizzato molto più sapientemente.

OPERA COMMISSIONATA DAL TEATRO DELL’OPERA DI ROMA E DALL’EXPOAGUA 2008 DI SARAGOZZA UN PROGETTO DI CHANGE PERFORMING ARTS IN COLLABORAZIONE CON ELSINOR BARCELONA NUOVO ALLESTIMENTO PRODUZIONE ESECUTIVA CRT ARTIFICIO - MILANO IN COLLABORAZIONE CON “I TEATRI” DI REGGIO EMILIA E I MUSEI CIVICI DI REGGIO EMILIA PRIMA TEATRALE MONDIALE

Dal 20 al 22 ottobre 2009 – ore 21.00
“The Blue Planet”
Regia: Peter Greenaway e Saskia Boddeke
Scene: Annette Mosk - Costumi: Marrit Van Der Burgt - Luci: Marcello Lumaca
Second life design: Luca Lisci - Video editing: Irma De Vries - Fotografia: Luciano Romano
interpreti: Helga Davis, Hendrik Aerts, Dory Sanchez
voci in Second life - Moni Ovadia - Maria Pilar Pèrez Aspa
Interpreti musicali: Brigata Sinfonica
soprano e sax tenore, flauto - Antonio Catalfamo basso elettrico, contrabbasso - Alessandro Vicard chitarra elettrica e acustica - Davide Granato fisarmonica, tastiere, percussioni- Dionys Breukers percussioni- Marta Maggioni
tecnico del suono: Danio Catanuto

Teatro degli Arcimboldi
- Viale dell'Innovazione, 20 – Milano
Ingressi: da Euro 15,00 a Euro 30,00 (+ prevendita)
Biglietteria Ticketone www.ticketone.it
Ridotti speciali per bambini minori di 14 anni, per studenti under 25 e anziani over 65
Per informazioni:www.teatroarcimboldi.it
- www.youtube.it/teatroarcimboldi
- www.myspace.it/teatroarcimboldi


Articoli Correlati

Link Consigliati

Gli ultimi commenti