Arriva a Milano La Bella e la Bestia. E ci resta...

Redazione Teatro - 28.09.2009 testo grande testo normale

Commenta questo articolo


Tags: La Bella e la Bestia, Milano, Musical, Teatro Nazionale

Dal 2 ottobre 2009, "long running show", Milano accende i riflettori sul Teatro Nazionale e su "La Bella e la Bestia", il musical Disney annunciato da mesi con un battage pubblicitario da urlo...

E' stato presentato come l'evento dell'anno a Milano. E senza dubbio, per gli interessi economici e organizzativi e per il pubblico che coinvolgerà, lo sarà davvero.
Dal 2 ottobre 2009, "long running show", fino a quando ci sarà pubblico, la città accende i riflettori sul Teatro Nazionale, in piazza Piemonte, ristrutturato dalla Stage Entertainment, la multinazionale olandese fondata da Joop Van den Ende (nella foto) e su "La Bella e la Bestia", il musical Disney annunciato da mesi con un battage pubblicitario da urlo.
La formula del successo della Stage Entertainment Italy è presto detta: creatività, professionalità e competenze manageriali: "Stage – si legge nella presentazione - produce in Europa musical con la stessa qualità e lo stesso modello di business di Broadway, recitati e cantati nelle lingue dei paesi europei". Così l'eccellenza di Broadway diventa italiana….
I numeri del gruppo del resto lasciano sbigottiti: fattura 600 milioni di euro all'anno, ha 4.000 dipendenti, 30 teatri di proprietà, mette in scena 40 spettacoli al giorno e porta nei suoi teatri oltre 1 milione di spettatori ogni mese.
A curare il progetto architettonico e di design del nuovo teatro, destinato a diventare il tempio del musical in Italia, è stato l'architetto milanese Piero Lissoni, a cui è stata data libertà interpretativa, e soprattutto economica, per sbizzarrirsi nella sua idea di teatro (tutto blu invece che come di consueto rosso). "L'ampliamento della torre scenica e del palco, l'acustica raffinata e potente e la visibilità eccellente da ogni posto - spiega la Stage - faranno sentire a proprio agio sia gli spettatori che gli artisti".
Voce recitante è la doppiatrice di Meryl Streep, Maria Pia De Meo. I ruoli da protagonisti sono affidati alla rivelazione di Sanremo Giovani, Arianna, e all'attore Michel Altieri.
Il padre di Bella sarà interpretato dall'attore napoletano Umberto Bellissimo, lanciato da Eduardo De Filippo.
I biglietti per "La Bella e la Bestia" naturalmente stanno andando letteralmente a ruba, soprattutto tra chi al teatro proprio non ci va mai. Ad assicurare la sua presenza alla prima è stato naturalmente il sindaco Letizia Moratti. E pare che ci sarà anche George Clooney, amico del regista italo-americano Glenn Casale, che lo diresse in teatro agli esordi in "Wrestlers". «Milano – ha dichiarato a Vivimilano l'assessore al tempo libero Giovanni Terzi - sta diventando l'epicentro dell'intrattenimento. Le famiglie devono andare a vedere "La Bella e la Bestia" e riscoprire il valore dei sogni e delle fiabe".
Al di là delle fiabe sono certamente reali e concrete le intenzione della Stage: "E' iniziata una campagna di affissioni e di inserzioni sulla free press, abbiamo allestito un sito su cui si vendono anche i biglietti e creato un profilo su Facebook. Ora lanceremo la campagna marketing vera e propria che vede RTL nel ruolo di media partner, mentre altre partnership sono in via di sviluppo. Una volta inaugurato lo show contiamo ovviamente sul passaparola tra il pubblico, l'ingrediente più importante di tutti".
Nessuna fretta comunque per vederlo, poichè finchè c'è pubblico resterà in programmazione: "Il nostro obiettivo - spiega la Stage è di vendere almeno 350 mila biglietti nella stagione che da ottobre si protrarrà fino al luglio del 2010".
Insomma qui si rischia di superare la permanenza di Rocky Horror al Cinema Mexico...

Gli ultimi commenti